martedì 18 febbraio 2020

Questa cosa

Fuori c'è un gran sole, un gran caldo, un gran cielo blu. Dovrei fare delle cose a casa, pensavo. Ma siccome ormai ho uno smartphone, posso farle anche fuori, per strada, magari seduto su una panchina al sole. Quindi esco. Forse è questa cosa, che chiamano progresso.

lunedì 17 febbraio 2020

Saperci fare

Stamattina mi chiedevo, Ma come si fa a saperci fare con le persone? È una cosa che s'impara da piccoli? Una cosa che insegnano i genitori? O è una caratteristica genetica? Se si può imparare, allora cambio subito i miei buoni propositi per il nuovo anno e li riduco a uno solo, quello. Che ogni tanto ho come l'impressione che uno può fare di tutto, può essere bravo e disponibile e brillante e volenteroso, ma se non ci sai fare con le persone c'è poco da fare, non se ne accorge nessuno.

domenica 16 febbraio 2020

No plan at all

E c'è una parte di quel film di cui parlano tutti ormai, "Parasite", che mi piace molto. Non mi ricordavo bene cosa dicevano i personaggi, allora ho cercato nel file dei sottotitoli, ho trovato quella parte, e adesso la copio e incollo a seguire. A parlare è il padre:

1383
01:39:32,323 --> 01:39:38,044
Ki-woo, you know what kind
of plan never fails?

1384
01:39:39,622 --> 01:39:42,148
No plan at all.

1385
01:39:42,249 --> 01:39:43,925
No plan.

1386
01:39:44,460 --> 01:39:46,010
You know why?

1387
01:39:48,047 --> 01:39:54,727
If you make a plan,
life never works out that way.

...

1393
01:40:16,617 --> 01:40:20,395
With no plan,
nothing can go wrong.

1394
01:40:20,496 --> 01:40:27,385
And if something spins out
of control, it doesn't matter.

1395
01:40:28,420 --> 01:40:31,389
Whether you kill someone
or betray your country.

1396
01:40:32,925 --> 01:40:36,560
None of it fucking matters.
Got it?

venerdì 14 febbraio 2020

Un'altra

Ora ne è spuntata un'altra, oggi ho lasciato la bici poggiata a un albero e mi sono allontanato senza legarla, l'ho scoperto solo quando sono tornato a prenderla, un'ora dopo. Chissà domani cosa succederà? Fornelli lasciati accesi? Rubinetti aperti? Non vedo l'ora di scoprirlo.

Pringles

Le Pringles sono buone, sono buonissime, peccato solo che per riciclare il tubo ci voglia un sacco di tempo. Il tappo va nella plastica, la linguetta protettiva nel secco, poi bisogna separare il fondo in metallo (che va nel metallo) dal tubo in cartone (che va nella carta), ed è questa operazione che richiede del tempo e anche un po' di abilità se uno non vuole farsi male come me, che prima nel tentativo mi sono piantato la punta di un cacciavite nell'avambraccio. Poi però ho diviso tutto e mi sono detto, Che bravo.