domenica 26 aprile 2015

Bravissimo

Mi ricordo quella volta che ero in una città per la presentazione di un mio libro, e prima che la presentazione cominciasse ho incontrato un ragazzo che conoscevo vagamente, e che mi ha chiesto che cosa ci facessi in quella città, e io gli ho detto che ero lì perché mi avevano invitato a parlare del mio libro, e lui "Bravissimo" ha detto serio, "fai bene a pubblicizzare il tuo brand."

sabato 25 aprile 2015

L'istinto felice

Non so, forse sto disimparando a leggere. L'altro giorno è arrivato un libro in libreria, ho guardato la copertina, ho letto L'ISTINTO FELICE, e ho pensato, Che bel titolo, poi ho cominciato a sfogliarlo, c'erano tutte immagini di tubi digerenti, stomaci, colon, cose così, allora l'ho richiuso, ho letto meglio, il titolo era L'INTESTINO FELICE. E stamattina sono andato a correre, e dove vado a correre io c'è la pubblicità di una palestra di pugilato, sul cartello ho letto tra le altre cose "BOXE AGNOSTICA", e lì per lì ho pensato, Toh, hanno inventato un nuovo sport, la boxe agnostica, e per un momento mi è pure venuta voglia di informarmi, solo che poi ho letto meglio, in realtà c'era scritto "BOXE AGONISTICA". E quindi niente, in questi giorni sto messo così.

giovedì 23 aprile 2015

mercoledì 22 aprile 2015

Dodici anni

Certe volte subito dopo avere digitato un emoticon mi fermo e penso, Aspetta un attimo: cos'hai, dodici anni?, e lo cancello. Poi però penso, Io scrivo quello che mi pare, emoticon compresi, e lo digito. Poi penso, Sì, ma è un modo orrendo di esprimersi per iscritto, non sarebbe il caso di seguire le regole?, e lo cancello. Poi penso, Chi se ne importa delle regole, le regole sono fatte per essere infrante!, e lo digito. Subito dopo lo cancello perché penso che un domani un mio acerrimo nemico potrebbe farmi notare che una volta ho usato un emoticon. E via dicendo. Alla fine di solito non lo scrivo. Oppure lo scrivo, ma poi me ne pento. Certe volte sto lì mezz'ora a scrivere e cancellare e penso, Che vita.