venerdì 18 marzo 2005

Come parlare ai vostri figli di quasi tutto

di Wendy Molyneux.

Vita.
FIGLIO: Da dove vengono i bambini?
MAMMA: Quali bambini? Non vedo bambini qui attorno, e tu?
FIGLIO: Voglio dire, quando la gente ha dei bambini, da dove vengono?
MAMMA: Dallo spazio.
FIGLIO: Vuoi dire che io vengo dallo spazio?
MAMMA: Sì. Da Marte.
FIGLIO: (Piangendo.) Sono una marziana?
MAMMA: Sì, e se non farai ogni giorno il tuo letto, mamma e papà ti rispediranno su Marte dai tuoi veri genitori.
FIGLIO: Non sei la mia vera mamma?
MAMMA: No. Tu sei una principessa marziana mandata a vivere per sicurezza con una famiglia terrestre. La tua vera mamma è alta 16 piedi e spara raggi laser dagli occhi quando è arrabbiata. Pensaci la prossima volta che ti mando in camera tua. Almeno, non sono io quella che ha dato fuoco a tutti i suoi giocattoli con i suoi occhi-laser.

Droga.
FIGLIO: Cos'è la droga? Dovrei farne uso?
MAMMA: Ne hai?
FIGLIO: No.
MAMMA: Allora lascia guardare alla mamma CSI Miami.
FIGLIO: A scuola hanno detto che dovremmo rifiutarla.
MAMMA: Um, io ti interrompo quando guardi Sesame Street?
FIGLIO: Ho quattordici anni. Non guardo più quella roba.
MAMMA: Aspetta. Quale figlio sei?
FIGLIO: Tammy.
MAMMA: Tammy come?
FIGLIO: Tammy Molyneux
MAMMA: Assurdo. Abbiamo lo stesso cognome.
FIGLIO: Sei mia madre.
MAMMA: (Sospira.) Pensavo venissi da Marte.
FIGLIO: Ho smesso di crederci un sacco di tempo fa.
MAMMA: Bé, stai per avere una grossa sorpresa del cazzo per il tuo sedicesimo compleanno, quando la tua vera madre atterrerà con la sua astronave nel nostro cortile e ti trascinerà fuori di casa con i suoi tentacoli appuntiti.

Guerra.
FIGLIO: È sempre sbagliato andare in guerra?
MAMMA: Scusa, cosa dice il cartellino che porto intorno al collo?
FIGLIO: Dice: "non parlate alla mamma. Ha il dopo-sbronza".
MAMMA: Quindi.
FIGLIO: Hai scritto male dopo-sbronza.
MAMMA: Hai colto nel segno. Ti sarà molto utile l'ortografia nel posto dove stai andando. Non hanno nemmeno l'università lì. E non parlano inglese.
FIGLIO: Perché, dove sto andando?
MAMMA: C'è bisogno che te lo dica?
FIGLIO: Vorrei non essere mai nata.
MAMMA: Non lo sei, infatti. Sei sgusciata fuori da un grosso uovo verde.


Religione.
FIGLIO: Dio esiste?
MAMMA: Credo che la tua gente adori qualcosa come un globo ardente.
FIGLIO: Cosa vuoi dire con "la mia gente"?
MAMMA: I marziani.
FIGLIO: Okay, ora basta. Non ho mai creduto a quelle stronzate e non lo farò mai.
MAMMA: Hey, va bene, non ti arrabbiare.
FIGLIO: Sono arrabbiata. Non sono un marziano! Sono un umano! Ti odio! Oh mio Dio! Che cazzo era quello? Un raggio laser è appena uscito dai miei occhi.
MAMMA: Te l'avevo detto.
FIGLIO: Merda.
MAMMA: E quando tuo padre torna a casa glielo dici tu chi ha dato fuoco al karaoke domestico con i suoi occhi-laser.
FIGLIO: Porca miseria.
MAMMA: Ora sua altezza reale può spostarsi da davanti alla Tv? E' iniziato Secondo Jim.

Questo è un pezzo apparso qualche giorno fa su McSweeney's.net. Mi è piaciuto così tanto che ho deciso di tradurlo e pubblicato qui. Non so se in questo modo stia violando qualche legge, ma spero proprio di no. O almeno spero che non mi scoprano.

7 commenti:

  1. Ma li hai avvertiti? T.

    RispondiElimina
  2. Io non faccio la spia, di certo... bel pezzo, si...
    saluti
    andrea

    allora posso mettere questo link al posto di Rasp?

    RispondiElimina
  3. T. no, che dici avrei dovuto?
    Ciao And! Sì.

    RispondiElimina
  4. Compro una vocale.

    R4

    RispondiElimina
  5. I have been looking for sites like this for a long time. Thank you! »

    RispondiElimina