venerdì 29 aprile 2005

Poison + Breve Monologo

Dovresti stare attento alla musica che ascolti appena sveglio se no ti finisce come me, che stamattina ancora mezzo addormentato ho premuto play e dalla radio è uscita Poison dei Prodigy e per tutta la mattina sono andato in giro per la città canticchiando I've got the poison, I've got the remedy anche in posti dove non si dovrebbe, come la circoscrizione di un quartiere non tuo, lo studio di un fotografo o l'ufficio tributi del comune, e mentre compravo il giornale stavo imitando il sintetizzatore sempre di Poison e l'edicolante mi ha chiesto "scusa? Dicevi qualcosa?", e poi ho continuato ad andare in giro scuotendo la testa al ritmo della batteria di indovina che pezzo?, bravo, Poison, proprio come il bambino di About a boy che se ne va in giro per la scuola canticchiando shake your ass dimenandosi tutto, una ragazza pensa che è a lei che sta dicendo di muovere il culo e per poco non lo mena.

Questo qui sotto è un regalo.

Brevi Monologhi Inventati - L'assistente di Microsoft Office: la clip.
di Justin Kahn

Lascia che ti aiuti. Oh, andiamo. Non voglio niente. Voglio solo darti una mano. Guardami, ho le sopracciglia! Tutto quello che mi serve è un po' di attenzione. Dammi attenzione e risolverò tutti i tuoi problemi. Pare che tu stia scrivendo una lettera. Io amo scrivere lettere. Amo leggere lettere. Ho appena finito di leggere Le lettere di Van Gogh in tre volumi. Quell'uomo sapeva come si scrive una lettera. In più, sapeva anche dipingere. Ma tu, guardati. Non sai scrivere. Mi tocca autocorreggere la maggior parte delle parole. Non arrabbiarti, ho le sopracciglia! Sembra che stai scrivendo una lettera NOIOSA. Lasciamela impreziosire con qualche citazione dalle lettere di Vincent per Theo. Hai notato che sotto le mie sopracciglia ci sono degli occhi veri? Questi occhi hanno visto molte cose ma niente di più patetico dei tuoi tentativi di scrivere una lettera. Pensi che a John gliene freghi qualcosa dei tuoi problemi al lavoro? Direi di no. Clicca su F10 e io sostituirò quella banale, grammaticalmente debole e lessicalmente povera frase con un'altra che - No, ti prego, ho altri consigli. Posso cambiare forma! Guarda, posso -
(svanisce).

Altro pezzo tradotto dal sito di McSweeney's. E ancora non so se ho violato una qualche legge sul copyright. Speriamo di no.

8 commenti:

  1. Stamattina:
    U:Mi devi dare i kilowatt!
    Sharon: Ma qui c'eì solo ina k, spiegami...
    U: Quello lì è.
    Sharon: ah si...

    RispondiElimina
  2. Grande Sharon, anche oggi ha imparato qualcosa di nuovo.

    R4

    RispondiElimina
  3. Quelli di MacSweeney's sono simpatici, dovrebbero perdonartela. F.

    RispondiElimina
  4. Uh, i Prodigy. Non mi piacciono credo. O forse sì. Non ho ancora deciso ma propendo per il no.

    RispondiElimina
  5. L'album con "poison" e soprattutto "The Fat of the Land" sono fantastici.

    R4

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina