lunedì 4 aprile 2005

Quando Karol mi baciò

E così anche il Papa punk se ne è andato. E dire che quando avevo dieci anni mi ha baciato.
Eravamo andati in vacanza, con la mia famiglia, a Roma. Lì ci incontrammo con una suora, suor Teresa, che aveva tirato su me e i miei fratelli, e che poi si era trasferita in Vaticano. Suor Teresa ci procurò i biglietti per assistere all'udienza che il Papa teneva ogni mercoledì.
Io avevo la testa mezza ricoperta da una fasciatura, visto che qualche giorno prima l'avevo sbattuta contro un masso, e mi avevano dato dei punti. (E' rimasta la cicatrice, di quella caduta. La sto sfiorando in questo momento. Ogni volta che cambia il tempo mi fa un male cane). All'ingresso un buttafuori o come si chiamavano quelli lì scambiò la mia fasciatura con qualcosa di ben più grave, e con sommo piacere dei miei genitori ci fece sedere fra i bambini che avevano dei seri problemi di salute, e che alla fine dell'udienza di solito il Papa andava a salutare personalmente.
Io, a sentire quelle preghiere amplificate in una ventina di lingue diverse, mi addormentai quasi subito. Mi svegliai dopo circa un'ora, quando percepii che stava succedendo qualcosa attorno a me. Aprii gli occhi, e lì a un metro vidi il Papa che subito dopo si piegò a darmi un bacio. Poi si raddrizzò e proseguì a baciare tutti i bambini sfortunati del mio settore.
Ho la foto di quel bacio. Si vede uno Stefano decenne, con gli occhi cisposi e una vistosa fasciatura alla testa, che sembra quasi ritrarsi davanti al bacio del Papa.

9 commenti:

  1. Vogliamo vedere la foto allora..

    RispondiElimina
  2. Neanche per un milione di euro.

    R4

    RispondiElimina
  3. Sembra proprio la storia di F. Totti...ma guarda..

    RispondiElimina
  4. Errequattro e Er Pupone: due esistenze parallele.

    R4

    RispondiElimina
  5. Un giorno il piccolo Marco andò con la famiglia a piazza San Pietro per vedere per la prima volta il Papa.
    Aveva poco più di 6 anni.
    Finita la messa, tutta la famiglia stava prendendo la strada del ritorno quando ad un tratto la folla si raduna tutta lungo le transenne: il Papa, rompendo gli schemi del cerimoniale, si accingeva al bagno di folla.
    Marco e la sua famiglia rimasero incastrati tra la folla e le transenne.
    Intanto sopraggiungeva il Santo Padre.
    Un signore sbuca dalle retrovie cerca di attirare l'attenzione del Papa e invoca a gran voce:"Santità! Santità! Benedica la mia famiglia! La prego! Santità! Santità!".
    Il signore in questione si trovava dalle parti della famiglia di Marco.
    Il Papa, ascoltate quelle parole, si dirige verso quel lato delle transenne.
    Guarda l'uomo delle retrovie, guarda Marco, poi, decidendo di accontentare la richiesta, dice:"Benedico te, che sei il più piccolo!".
    Non c'aveva capito una mazza!

    RispondiElimina
  6. Where did you find it? Interesting read »

    RispondiElimina
  7. Very cool design! Useful information. Go on! »

    RispondiElimina
  8. This is very interesting site... video editing programs

    RispondiElimina