martedì 10 maggio 2005

The ballad of Sacco e Vanzetti

Occhio, sceneggiatori di Sacco e Vanzetti versione fiction-TV: vi tengo d'occhio. Starò lì con un block-notes e una matita a segnarmi tutte le stranezze da ventunesimo secolo che metterete dentro al vostro mostriciattolo. Che tra parentesi è del tutto superfluo. C'è già quel gran bel film di Montaldo con Volonté nella parte di Vanzetti, un film arrabbiato al punto giusto, con la perfetta colonna sonora - Joan Baez: The ballad of Sacco e Vanzetti! - peccato solo per la storiaccia della censura finale, quando Vanzetti seduto sulla sedia elettrica dice "viva l'Anarchia" ma nella versione TV si vedono solo le labbra muoversi, il sonoro in quella parte lì viene azzerato.
Per chi non sapesse chi sono Sacco e Vanzetti, e non vuole dare alla TV il merito di averglielo spiegato, in rete si trova tutto su di loro. Io però consiglio di andare in libreria o in biblioteca a procurarsi Le lettere di Vanzetti dal carcere, un libro che vale più di mille romanzi, più di mille film. Nell'edizione che ho letto io, alla fine si trova anche la trascrizione dell'ultimo discorso che Vanzetti tenne in tribunale poco prima della (ingiusta) sentenza di morte, la risposta alla celebre domanda: "imputato, avete qualcosa da dire prima che venga pronunciata la sentenza?"
E lui, in un tribunale stracolmo, mentre fuori sta succedendo l'ira di Dio fra dimostranti e polizia, sicuro di essere condannato nonostante tutto il mondo sia certo della sua innocenza (e di quella di Nicola Sacco), si alza in piedi e comincia: "sì, vostro onore..." e pronuncia quel discorso che ha dell'incredibile.


The crime of love and brotherhood
And only silence is shame...

10 commenti:

  1. Non sapevo della nuova fiction. Non la vedrò mai.

    RispondiElimina
  2. Sergio Rubini recita nel ruolo di Nicola Sacco.

    R4

    RispondiElimina
  3. Di che anno e' il film di Montaldo?

    RispondiElimina
  4. Non so perchè ma oggi AMMAZZEREI qualcuno! e sono solo le 3 del pomeriggio.

    RispondiElimina
  5. M'aggio fatto 'na vippeta e vino russo... e mo' me sento bbuono!!!
    (Confucio)

    RispondiElimina
  6. Anonimo delle 15:29 di ieri: rilassati. Respira profondamente. Conta fino a dieci. E pensa a compasso che ti fa provare una maglietta e si chiude in camerino con te. Va meglio?

    Mel, ti prego, DEVI dirmi che vuol dire VIPPETA (e dove va messo l'accento).

    R4

    RispondiElimina
  7. Excellent, love it! » » »

    RispondiElimina