giovedì 10 maggio 2007

DI4RIO – 2/30

Oggi mi sono svegliato presto, la serranda della camera da letto non funziona e la stanza è inondata di luce fin dal mattino presto. Appena aperti gli occhi mi è uscito un gran sospiro, forse perché in questo periodo prima di dormire sto leggendo Everyman di Philip Roth che in pratica è un trattato sull'invecchiamento e la morte. Dato che avevo la mattina libera me la sono presa comoda, ancora nel letto mi è sfuggito qualche pensiero negativo di troppo, in mente mia dicevo "dovrei migliorarmi, dovrei leggere di più, dovrei fare almeno un po' di sport, sono troppo magro, dovrei mettere su qualche chilo, dovrei trovarmi una ragazza fissa" eccetera. Mi sono scrollato questi pensieri dalla testa e le lenzuola dal corpo, e mi sono alzato. Sono andato a fare colazione, mentre bevevo del caffè ho pensato alla ragazza con cui uscivo in Olanda, che un po' mi manca e un po' non mi ricordo neanche che faccia abbia e questa cosa mi ha tirato fuori un altro sospirone. Sul water ho letto un pezzo di una vecchia intervista di Truffaut a Hitchcock dove Hitchcock dice di non amare Io confesso perché tra i suoi film è quello con meno senso dell'humor. Ho poggiato il libro sulle cosce e mi è venuto in mente che una cosa del genere io la sospettavo già sui diciotto anni e questo pensiero, insieme alla caffeina che intanto era entrata in circolo, mi ha dato abbastanza autostima per continuare la giornata. Volevo farmi una doccia ma non usciva acqua calda anche se lo scaldabagno era attaccato e sembrava funzionare. Ho riflettuto sul da farsi, se era meglio una doccia fredda oppure restare sporco, ho deciso per la doccia fredda ma dopo qualche secondo ho mormorato "'sta minchia" e sono schizzato fuori dalla doccia, "oggi" ho pensato "rimango sporco". Mi sono collegato a internet e per prima cosa ho visitato il sito del Televideo, l'Ultim'ora, lo faccio quasi ogni mattina, ho sempre il terrore che il primo titolo sia qualcosa sulla fine del mondo o sugli alieni che hanno invaso la terra o sul presidente di qualche grande nazione che si è suicidato nella notte, ma non era successo niente del genere, giusto un pazzo che a Enna si è fatto intervistare mentre puntava una pistola sulla testa dell'ex fidanzata. Ora scappo che mi aspetta un collegio docenti e poi un concerto con i Three Chords Wonder ad Avola. Non ci pagano, ma in compenso possiamo mangiare e bere a volontà, spero solo poi di ricordarmi la strada per tornare a Siracusa.

Rock 'n' roll.

(Che cos'è DI4RIO.)

6 commenti:

  1. hahahah...."sta minchia"è grandiosoooo,tanto quanto immaginarti al cesso che formuli pensieri esistenzialiiiiiiiii..hahah ma quanto sei buffo oh!!!haha

    ....X

    RispondiElimina
  2. Mia sorella mi dice sempre che lei non vede l'ora di leggere una notizia tipo fine del mondo o invasione aliena, e io le dico Ma sei pazza?, però poi penso che nemmeno a me dispiacerebbe. Forse perché sono situazioni che mettono in secondo piano tutto il delicato groviglio di pensieri che ogni giorno cerco di semplificare il più possibile per continuare a capire cosa sto facendo e perché, una bella catastrofe semplificherebbe immediatamente tutto, e non avrei nemmeno responsabilità per la mia pigrizia mentale visto che là fuori ci sono degli alieni arrabbiatissimi che vogliono atomizzarmi!

    RispondiElimina
  3. ci siamo, ci siamo

    (vai così)

    marco

    RispondiElimina
  4. E' vero, se succedesse qualcosa di veramente grosso, tutta la me*da passerebbe immediatamente in secondo piano.

    (R4)

    RispondiElimina
  5. Io non ti seguo più... allora sei in loco???? E suoni pure!
    puck in rincoglionimento primaverile (ma è solo una scusa) :-P

    RispondiElimina
  6. Lo so, anch'io stento a starmi dietro. (E non è una battuta.)

    R4-dazed-and-confused.

    RispondiElimina