giovedì 19 luglio 2007

Cramps

Un calciatore che tiene una conferenza stampa sul suo futuro contrattuale con la stessa gravità con cui un capo di stato comunicherebbe che non ci sono più soldi in cassa.
Ricchi padre e figlioletto occidentali (italiani?) che costruiscono un castello di sabbia su una candida e deserta spiaggia caraibica.
Un intero servizio del Tg2 incentrato su quali e quanti jet privati possiedono i VIP.
Una pubblicità che associa la parola "male" alla fotografia di un comunicato delle Brigate Rosse.
I giornalisti che parlano di videogame, blog, mp3 e di tecnologia in generale con la stessa aria mezza divertita e mezza incuiriosita con cui riferirebbero dell'avvistamento di un UFO a Times Square la notte di capodanno.

Io ogni tanto mi prendo un po' troppo sul serio, non ho problemi ad ammetterlo. Però a me 'sta roba fa ancora venire i crampi allo stomaco, non posso farci niente.

Rock 'n' roll.

9 commenti:

  1. esimio R4, io ti capisco benissimo.

    Ormai da un anno non guardo il telegiornale.

    Sito Ansa + Repubblica (che da un po' di tempo a questa parte, tra uno spot e l'altro del PD. regala momenti di terrore culturale assololuto, vedi le terrificanti recensioni di Roberto Nepoti)

    Stamane poi c'è un articolo di, nientemeno, Navarro Vals, che fa accaponare la pelle.

    RispondiElimina
  2. Il sito di Repubblica è messo malissimo. Tette e culi a più non posso accanto a vittime di sparatorie e via dicendo. Ripensandoci la cosa rasenterebbe il sublime se non fosse frutto di semplice imperizia e pigrizia mentale.

    R4

    RispondiElimina
  3. no R4

    la cosa è ancora più tragica

    io mi riferivo a Repubblica il quotidiano

    RispondiElimina
  4. Ah, sorry. Di Repubblica il quotidiano salvo solo Michele Serra, e neanche tutto.

    R4

    RispondiElimina
  5. ma questo: http://www.avaglianoeditore.it/collane.asp?IDCollana=37&IDLibro=2042
    ?

    ciah
    i

    RispondiElimina
  6. urca, non funge
    lo ricopio
    qui

    i

    RispondiElimina
  7. L'avevo letto sul sito della Lipperini. Che dire? Gran bel titolo. Che abbiano preso ispirazione?

    R4

    RispondiElimina
  8. Il problema è che un calciatore che parla del suo rinnovo contrattuale è VERAMENTE una questione di Stato. Diciamoci la verità: conosco molte più persone che si suiciderebbero se Totti non rinnovasse il proprio contratto con la Roma che persone che si preoccuperebbero se l'Italia finisse in mano agli Ottomani.
    (io sono tra queste, ora che ci penso, a parte il fatto che penso che Totti non valga una cicca e tifo Lazio)
    [Ste]

    RispondiElimina