domenica 30 settembre 2007

Dubbio (filosofico?)

Dunque, ricapitolando.
Uno si lava.
Le mani, la testa, il corpo; quello che volete.
Poi si asciuga.
L'asciugamano usato all'uopo si bagna.
Lo si stende da qualche parte - io sul box della doccia, ma ognuno fa un po' come gli pare.
In poco tempo l'asciugamano si asciugherà.
E sarà di nuovo riutilizzabile (scusate la tautologia).
Ora.
Se l'asciugamano che abbiamo usato era pulito.
Se ci siamo lavati le mani, la testa, il corpo - quello che volete - come si deve, ovvero se siamo riusciti a eliminare una percentuale ragionevole dello sporco da noi accumulato e che ci ha spinti a lavarci (diciamo il 95%).
Se l'acqua che abbiamo usato per lavarci era un'acqua normale, diciamo l'acqua potabile municipale media, ovvero - almeno in teoria - senza impurità macroscopiche tipo ruggine, tracce di animali morti ecc.
Se l'aria dell'ambiente nel quale stendiamo l'asciugamano ad asciugare può considerarsi normale, ovvero senza presenza di impurità che possano legarsi a un asciugamano bagnato, come gas di scarico, fumi di cucina ecc.

Allora, dico io, perché mai uno dovrebbe lavare un asciugamano?


(Rock 'n' roll)

10 commenti:

  1. Perché in fondo un po' tutti abbiamo un piccolo Vincent Vega dentro di noi. O no?

    RispondiElimina
  2. Oh sì, se uno lo usa in modo da farlo sembrare poi un assorbente interno, allora sì che tocca lavarlo. Altroché.

    R4

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordo! E' una di quelle domande "che avreste sempre voluto chiedere ma non avete mai osato" eccetera.
    Purtroppo ho notato che sì, si sporcano, anche se non ne comprendo la dinamica.
    Temendo lo stallo scettico, mi sono imposta il bucato settimanale e ho scavalcato il quesito.

    RispondiElimina
  4. Io invece ho deciso che per un anno non laverò asciugamani. E dimostrerò che il 365° giorno sarà pulito come il primo. Ecco. Igienomani state alla larga.

    R4

    RispondiElimina
  5. perchè la "percentuale ragionevole dello sporco da noi accumulato e che ci ha spinti a lavarci (diciamo il 95%)" aumenta giorno per giorno non consentendo più all'asciugamano di essere come era appena uscita dalla lavatrice.... forse

    ciao!

    P.S.
    a quel punto potresti anche asciugarti con un asciugamano già usato da qualcun altro

    RispondiElimina
  6. eh, è quello che mi domandano i miei figli. Quindi ci si continua a porre questa domanda anche quando si diventa maggiorenni? :-)

    RispondiElimina
  7. allora, dico io, perchè uno dovrebbe comprare la carta igienica?
    usando una seconda volta la carta, quando è diventata marrone, sembra di usare carta riciclata.
    mi sbaglio?
    mv

    RispondiElimina
  8. pucksotuttoioioioioioio...02 ottobre, 2007 18:51

    °_°
    ma per il semplice motivo che l'umidità delle tue belle manine pulite suòll'asciugamano, anche se messo ad asciugare di dovere, a lungo andare produce quell'odore sgradevole, di umidità, di muffa appunto!


    miiii ma com'è che ti devo spiegare tutto!! :-P

    RispondiElimina
  9. perchè la tua fidanzata moglie convivente ti dice che devi lavarlo perchè l'igiene nella vita è tutto e poi ti consiglia e bada bene dico ti consiglia di stirarlo anche...

    RispondiElimina
  10. Ciao Rick, non sono d'accordo. Se uno si lava come mamma gli ha insegnato teoricamente dovresti partire ogni giorno da zero.

    Alessandra, nel mio caso sì.

    MV, accidenti che immagine raccapricciante.

    Puck, sì, mi sa che l'umidità è la principale indiziata.

    Massimo, io non stiro nemmeno l'unica camicia che possiedo, figurati gli asciiugamani.

    Uff, che fatica...


    R4

    RispondiElimina