giovedì 3 gennaio 2008

Fight for your rights (to party)

La notte di capodanno l'ho trascorsa a casa. A leggere una copia degli anni sessanta dei sermoni di Martin Luther King, scovata sotto un dito di polvere in cima alla libreria di famiglia (i miei genitori non finiranno mai di stupirmi).

(Non so da dove venga, ma ho come la sensazione che il 2008 per il sottoscritto sarà un anno di rock 'n' roll puro: quattro quarti in battere, sedicesimi come se piovesse, pausa fra una canzone e l'altra ridotta al minimo, e tanto tanto tanto pogo. Ma di quello fatto bene.)

2 commenti:

  1. ma no che non ci credo che stavi a leggere quella roba. Secondo me era la notte dopo e non te ne sei accorto;-)
    buon 2008 :-)

    RispondiElimina