domenica 11 maggio 2008

Io e Bogart

L'altro giorno mentre tornavo a casa mi sono reso conto che la sera non avevo niente da fare, allora ho pensato che avrei potuto vedermi in santa pace un film a casa. Sono andato in quell'edicola dove mi ricordavo che vendevano Il grande sonno a cinque euro e novanta e l'ho comprato. Poi sono entrato in un supermercato in cerca di patatine da sgranocchiare durante la visione, solo che tutte quelle che vendevano davano l'impressione di essere quel tipo di patatine che il giorno dopo ti fanno svegliare con il mal di testa, e alla fine ho preso al volo le prime che mi sono capitate, le big cipster al sapore di paprika. A casa mi sono fatto un piatto di tortelloni ai funghi porcini, poi ho acceso il computer, ho collegato le cuffie, ho scartato il film, l'ho inserito nel lettore e mi sono seduto con il pacco di cipster in grembo. Solo che sul retro del pacco ho letto "le nuove big cipster raddoppiano il gusto dei tuoi momenti in compagnia!", mi sono guardato intorno, non è che avessi chissà quale gran compagnia, ero tutto solo, allora ho girato il pacco in modo da non avere davanti quella scritta odiosa e ho premuto "play". Il film non so se mi è piaciuto, quello che posso dire con certezza è che non ci ho capito un accidenti, ci sono troppi personaggi che non si vedono e vengono citati solo nei dialoghi per poi comparire magari dopo mezz'ora, e per giunta non si capisce nemmeno l'origine del titolo, avevo letto che perfino gli interpreti avevano trovato la trama troppo ingarbugliata per capirci qualcosa. Però come film è divertente. Marlowe-Bogart, per esempio, è un vero playboy, non c'è un solo personaggio femminile che non cerchi di accoppiarsi con lui, e poi verso la fine c'è una scena bellissima, forse il climax del film, quando Bogart spunta da dietro una macchina e urla "Over here, Canino!" prima di sparare e ammazzare Canino, però a parte questo ripeto non ci ho capito molto, forse dovrei rivederlo, non lo so, a essere sinceri il problema è che ne Il grande sonno Bogart mi fa sentire un po' una mezza sega.

Per la cronaca: nonostante le cipster, il giorno dopo non mi sono svegliato con il mal di testa.


(Rock 'n' roll.)

Nessun commento:

Posta un commento