giovedì 14 maggio 2009

Maestro

Ieri in libreria è entrato Giorgio Albertazzi, aveva su uno di quei vestiti da ciccione alla Homer Simpson e degli occhiali da sole dalla montatura tipo viola, pareva Franco Califano, senza salutare né togliersi gli occhiali da sole ha detto "avete le Baccanti?", mentre gliele prendevo, le baccanti, una ragazza che era lì davanti ha detto con le lacrime agli occhi "maestro, mi farebbe l'autografo?", "ma certo" ha detto lui anche se si vedeva che un po' gli seccava, la ragazza non aveva quaderno né niente, ha comprato al volo un segnalibro e se l'è fatto fare lì sopra, poi quando Albertazzi se n'è andato le ho chiesto di farmi vedere il segnalibro, non ci si capiva niente, il maestro secondo me aveva fatto dei ghiri gori un po' a caso, lei insisteva che invece si capiva tutto, mah.
Stamattina sono andato al mare dove vado sempre, c'era Mario Venuti che girava il suo nuovo video, se quest'estate vedete un video di Mario Venuti dove lui porta un cappello di paglia sappiate che al mare vado lì, la cosa buffa è che mentre io leggevo Internazionale sentivo il regista dire cose come "adesso il ritornello, pronto Mario?" e gli assistenti mandavano il ritornello e Mario Venuti cantava in playback fissando pensieroso l'orizzonte, ma quello che si agitava più di tutti era il regista, dietro la macchina da presa ballava e si dimenava neanche sul video dovesse comparire lui.
Più tardi mentre pranzavo mi hanno citofonato a casa, sono andato a rispondere, credevo fosse Fiorello, invece era solo il postino.

2 commenti:

  1. ma perchè io me le perdo sempre 'ste cose??? albertazzi potevamo riciclarlo chiamando l'igm

    RispondiElimina
  2. Un soggetto, Albertazzi.

    R4

    RispondiElimina