mercoledì 3 giugno 2009

Lettera aperta al misterioso visitatore dei sobborghi di Parigi

Caro misterioso visitatore dei sobborghi di Parigi,

so due o tre cose di te.
Per esempio, che usi Linux e Firefox 3.
So che ti colleghi, appunto, dai sobborghi di Parigi.
So anche dove lavori: al Commissariato per l'energia atomica. E questo, se posso essere onesto, un po' mi spaventa. Voglio dire, sapere che qualcuno che si diletta con la scissione dell'atomo trova piacere nel leggere la roba che pubblico qui sopra, non è molto rassicurante, ne converrai anche tu. Chiunque tu sia.
Anzi, questa è proprio l'unica cosa che non so di te, praticamente.
Chi sei?
Quindi fa' una cosa. Appena leggi questo post, ma proprio subito, apri un nuovo messaggio di posta elettronica, e mi scrivi un'email. Fai un fischio. L'indirizzo è su questa pagina. E tranquillo, resterà fra noi.
Scusa, lo so che è un colpo basso, ma davvero sono troppo curioso.

A dopo.

10 commenti:

  1. Non lo saprete mai, uhahahah!

    R4

    RispondiElimina
  2. pazzo, ora riceverai una busta al plutonio e rimarrai tremendamente sfigurato!

    RispondiElimina
  3. O un mini reattore nucleare con cui illuminare casa per i prossimi mille anni!

    R4

    RispondiElimina
  4. Oh cacchio! L'ho visto passare anche nel mio giardino. Starà mica cercando un posto per seppellire le scorie?

    RispondiElimina
  5. Spero per te di no.

    R4

    RispondiElimina
  6. si però qua vogliamo sapere.
    anonimo palesati!

    RispondiElimina
  7. Calma, così me lo fate scappare! (Intanto ti ho risposto nell'Apprendista.)

    R4

    RispondiElimina
  8. la curiosità è donna

    RispondiElimina
  9. Certe volte è anche molto maschia. Attendo ancora e-mail.

    R4

    RispondiElimina