martedì 2 giugno 2009

Bravo

Devo di nuovo occuparmi dei gatti di mio fratello, ieri stavo lì che con la paletta filtravo i loro stronzetti dalla lettiera--non ho mai capito se la lettiera è solo la sabbia o tutto l'insieme di sabbia più cassetta, boh--comunque stavo lì che filtravo la merda con la paletta, e ho pensato che sono diventato proprio bravo a filtrare merda con la paletta, dalla lettiera, anche i gatti mi guardavano e sembravano pensare: che bravo, mi hanno fatto sentire tutto orgoglioso di me stesso, ho pensato che da grande mi piacerebbe fare il pulitore professionista di lettiera, se uno ci pensa sarebbe molto più utile che vendere libri alla gente che invece ti guarda e non sembra pensare niente.

8 commenti:

  1. non deve essere male fare il pulitore professionista di lettiera :-)
    (in realtà volevo dirti che a quanto ho capito, sei passato dalle mie parti, senza dir niente, la prossima volta avvisa così almeno ti offro un caffè) (o una birra)

    RispondiElimina
  2. L'amico mio c'ha una libreria che certe volte io glielo dico, ma non era meglio se tipo facevi il pulitore di lettiere? Tipo quando entra un tizio e dice "Ma voi formaggio ne avete?" o entra uno che dice "Mia moglie voleva un libro, non sa né l'autore né il titolo, però è blu". Son cose che ti fanno pensare, eh.

    RispondiElimina
  3. Eh no, caro mio! come pulisco la lettiera mi, nessuno mai! La lettiera credo sia solo quella specie di bacinella dove metti il terriccio, però il terriccio te lo vendono spesso con la scritta " lettiera" quindi la tua osservazione non è del tutto deficiente! Adesso fanno un terriccio che ti consente di filtrare pure il piscio, praticamente si formano tipo delle palle di neve ( non le lanciare perchè è appunto piscio condensato, quello!)..quindi non ti puoi dare del bravo se filtri solo stronzetti!
    Però convengo sul fatto della professione, e sto vagliando anch'io l'idea, almeno alla domanda "che lavoro fai?" possiamo rispondere "un lavoro di merda" senza sentirci frustrati per questo! ah ah ah

    RispondiElimina
  4. a giudicare dalla qualità di ciò che si trova sui banchi delle librerie, verrebbe da dire che non c'è poi tutta sta differenza, fra le due mansioni...

    RispondiElimina
  5. Ciao a tutti.

    Francesco, purtroppo non ricordavo fossi di Napoli.


    R4

    RispondiElimina
  6. Certo è che non puoi fare a meno delle feci di qualche animale :-) [sì, sto leggendo di Alfonzo Graz e son arrivata dalle parti di Cookie]

    RispondiElimina
  7. Ahah, non ci avevo pensato! Le deiezioni animali cominciano a essere un tema abusato..

    R4

    RispondiElimina