domenica 19 luglio 2009

Rulers of the world

L'altro giorno invece sempre sullo scoglio c'erano due ragazze americane, si vedeva che si erano conosciute da poco, si facevano le solite domande che si fanno le persone che si conoscono da poco, una a un certo punto ha detto che i suoi genitori sono cospirazionisti ("cospirationists"). Lì per lì pensavo di avere capito male, allora ho teso ancora di più le mie orecchie impiccione, ho sentito l'amica chiederle un po' preoccupata "what do you mean?", quella ha detto che i suoi genitori credono in un ordine superiore, un circolo formato da pochi uomini che decidono per tutti gli altri sei miliardi. L'amica ha detto di nuovo "what do you mean?", la ragazza ha spiegato che i governatori del mondo, i "rulers of the world", ogni tanto si riuniscono attorno a un tavolo e decidono tipo quali guerre devono succedere, quanta disoccupazione deve esserci in un determinato posto eccetera, per continuare a tenere il genere umano sotto la schiavitù del lavoro, quando in realtà in questo mondo c'è abbastanza ricchezza per tutti. Però a quel punto non si capiva più se stesse riportando le opinioni dei genitori o se credesse a quello che diceva, mi sa che anche l'amica ha avuto lo stesso dubbio perché invece di fare altre domande ha annuito, e poi si è messa ad ascoltare della musica.

PS: qualcuno ha una teoria accettabile sul perché di domenica, in una libreria, il quoziente intellettivo dei clienti si abbassa drasticamente?

Aggiornamento, anzi corollario, delle 19:20:
"Si può anche navigare su internet, qui?"
"Sì."
"Nel senso che volendo posso controllare le email?"
"Be', sì."
"E poi posso anche rispondere?"

Aggiornamento un po' razzista delle 20:34:
Io adoro i ciccioni del sud degli Stati Uniti. Mi fanno sentire Rodolfo Valentino.

Aggiornamento delle 21:15:
Milanese vestito di viola dalla testa ai piedi e apparentemente abbronzato con lo spray, indicando alla moglie, vestita di giallo dalla testa ai piedi e apparentemente abbronzata ecc. ecc., il libro di Marcello Veneziani: "Ecco, questo secondo me è il più grande scrittore italiano di questo secolo. Scrittore e giornalista."
La moglie: "Vero."

Aggiornamento delle 21:24:
Alla radio mandano Smoke on the water. Il milanese di prima si mette a fare air guitar, e fra sé e sé canticchia: "smoooke, on the waaa-tah! Na-na-na-na-na sky!"

4 commenti:

  1. Veneziani ha suonato con i Deep Purple. Purple del resto è il colore dell'abbigliamento del sentenziatore da bar sport, e infine i rulers of the world a breve si esibirano, live, come spalla nella tournee italiana del boss.

    RispondiElimina
  2. Tutto torna quindi..Alla faccia della cospirazione.

    R4

    RispondiElimina
  3. Io no so te, ma il mio libraio sta pensando ad un'assicurazione contro quelle che entrano e chiedono libri tipo "I fiori blé". Cioè, secondo me siete degli eroi.

    RispondiElimina
  4. Secondo me pure, però non lo dico perché se mi sente un operaio come minimo mi lincia.

    R4

    RispondiElimina