martedì 2 marzo 2010

Le Sirene in viaggio

Ieri pensavo al mio libro, e a quelli che mi chiedono: "come vanno le vendite?" Pensavo che a me delle vendite interessa poco, e che se per assurdo esistesse un'unica copia del libro e questa copia passasse gratuitamente di mano in mano, di comodino in comodino, venisse letta e poi data a qualcun altro, io ne sarei solo felice. Poi ho pensato: accidenti, perché non farlo?
Già, perché no?
Allora lo faccio. Signore e signori, parte il progetto:

Che vuol dire "Le Sirene in viaggio"? Vuol dire che metto in circolo una copia di Le sirene di Rotterdam. E non una copia a caso, attenzione, ma la mia copia autore. Se qualcuno vuole leggere il mio romanzo non deve fare altro che aderire a questo progetto, e il libro gli arriverà dritto dritto a casa (se siete di quelli che sottolineano i libri che leggono, fatelo pure: ma a matita.)

Ecco come funziona la cosa. Infilerò il libro e altra roba in una busta imbottita, che spedirò al primo che mi scrive via email l'indirizzo presso cui vuole riceverlo. Lui poi lo spedirà al secondo che mi ha contattato per ricevere il libro (gli dirò io dove). E così via.

Ma non si tratta solo di leggere il romanzo--il progetto infatti è aperto a tutti, compresi quelli che l'hanno già letto--perchè nel libro contenuto nella busta ci saranno anche:

-- Un certo numero di francobolli.
-- Un foglio di carta velina.
-- Lo username e la password di un blog che creerò appositamente.
-- Le istruzioni da seguire.



I francobolli serviranno a pagare le spedizioni. Ognuno sarà libero di usarne quanti ne vuole. L'ideale sarebbe che facessimo a metà. L'idealissimo sarebbe che tutti scrivessero all'esterno della loro busta la dicitura: "PIEGO DI LIBRO", pagando così solo 1,28 euro a spedizione. Uso il condizionale perché probabilmente il tizio o la tizia delle poste non avranno la più pallida idea di cosa state dicendo, oppure proveranno a convincervi che quella è una tariffa riservata alle case editrici e vi faranno pagare prezzo pieno. Se siete come me, preferirete scucire denaro in più pur di evitare di discutere col tizio. Se vi sentite combattivi o quelli delle poste hanno studiato, allora risparmieremo tutti un bel po' di soldi. (Inutile dire che se le cose andranno per le lunghe i francobolli prima o poi finiranno, e allora non avrete altra alternativa che insegnare a quelli dell'ufficio postale il loro mestiere.)
Comma 1: va da sé che quando i francobolli finiranno, le spese di spedizione saranno a carico vostro. Un motivo in più per convincere il signore delle Poste ad applicare la tariffa da 1,28 euro... Per altre info sul Piego di libri, clicca qui.

Il foglio di carta velina, ripiegato e incollato sulla terza di copertina, servirà a scriverci sopra tutto quello che vi pare. Una recensione, un pensierino, delle offese, un racconto. Potrete disegnarci o incollarci sopra qualunque cosa. Non lo rompete, per favore, perché alla fine ho intenzione di attaccarlo a una parete.

Con lo username e la password terremo un blog, sireneinviaggio.blogspot.com. Quelli che riceveranno la busta potranno così aggiornarlo e fare sapere agli altri dove si trova il libro, potranno pubblicare una foto, ricopiare la recensione che hanno scritto sulla carta velina, postare un filmato di voi che leggete un brano particolarmente bello/triste/imbarazzante. Anche qui, potete fare quello che volete.

Le istruzioni, incollate sulla seconda di copertina, saranno utili per fare tornare il libro al legittimo proprietario caso mai si perdesse. Ma anche a tenerne traccia e a rimetterlo in circolo, se lo avete prestato a qualcuno della vostra città che ignora l'intero progetto, che a sua volta l'ha prestato al cognato eccetera. (A essere fiscali questo non andrebbe fatto: c'è gente che aspetta. Se vostro cognato vuole leggere il libro mi scrive un'email.)

A giorni comunque pubblicherò anche un video dove spiego tutto quello di cui parlo qui sopra.

Tre cose per chiudere. Primo: se partecipate, sappiate che a conoscere il vostro indirizzo saremo solo io e la persona che sta leggendo il libro prima di voi. Nessun altro. Fossi in voi mi fiderei. Secondo: potrete tenere il libro per tutto il tempo che volete, o comunque quello che vi serve a leggerlo. Sarebbe cosa buona però se non superaste i sette, dieci giorni. Terzo: tutto il sistema praticamente si autoregola, con me in funzione di coordinatore. L'unica cosa che dovete fare è scrivermi il vostro indirizzo e al resto ci penso io. Fatelo quando volete. Ora, per esempio.

2 commenti:

  1. Grazie, mi hanno già scritto in molti. Anche dall'estero!

    R4

    RispondiElimina