mercoledì 10 marzo 2010

Zeitgeist

Detta oggi, il dieci marzo del duemiladieci, sembra una cosa assurda, una cosa che uno stenta a crederci, ma davvero quando ero piccolo io si usava rubare le scarpe della gente. Ma proprio quelle che la gente aveva messe al momento--solo quelle costose, però, che fortunatamente io non ho mai avuto--e a certuni capitava di tornare a casa a piedi nudi.

9 commenti:

  1. Scusa, ma la dinamica del furto non mi è molto chiara. Come si fa a rubare le scarpe che qualcun altro indossa?

    RispondiElimina
  2. Minacciandoli di fargli del male..?

    R4

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Sembrerà strano dirlo il dieci marzo del duemiladieci, ma il nove Agosto del duemilanove me le hanno rubate sul serio le scarpe. Un paio di Nike nere comprare sottocosto alla Foot Locker.. ancora ci piango la notte :(

    RispondiElimina
  5. la mia scuola media era in una via chiusa, c'erano due possibili percorsi per 'tutte le direzioni' quando si tornava a casa da scuola. In uno dei due percorsi era meglio non andare che si diceva che c'era una banda che rubava le scarpe di marca. Io quando facevo quella strada lì ero terrorizzato

    RispondiElimina
  6. Ah, ecco, allora mi ricordavo bene. Le Timberland erano quelle più rubate, se non sbaglio.

    R4

    RispondiElimina
  7. funzionava tipo:
    o mi dai le timberland e il moncler o ti spacco la faccia

    RispondiElimina
  8. @Stefano:
    Peggio! Mi hanno preso nel sonno!
    Ero ad un campo-lavoro in Calabria in un paesino popolato da rifugiati politici arabi e dei piemontesi, anch'essi del campo lavoro, hanno approfittato del sonno per far fuori un paio di scarpe e un paio di occhiali da sole di un altro mio amico.
    Inutile dire che le hanno buscate pesantemente.

    RispondiElimina