domenica 20 giugno 2010

Un classico

E' quando un cliente che ti ha appena dato la carta di credito continua a guardarsi intorno attirato dai gadget e dai libri per bambini sistemati sul bancone, e siccome ogni pagamento con la carta prevede delle spese per la libreria, prima di "strisciare" ci pensi due volte e chiedi "vado?", e lui dice "vada, vada", "ne è sicuro?", "sicurissimo", "guardi che non c'è fretta, eh?" insisti, "no, no" dice lui anche se ha appena preso in mano una lampadina per leggere di notte, "è tutto", e allora tu, sospirando (perché già sai), passi la carta di credito nella macchinetta, digiti l'importo, e resti col dito a mezz'aria per qualche secondo illudendoti di farla franca, ma poi ti arrendi e premi il tasto verde con su scritto "ok", ovviamente nello stesso momento in cui, poggiando la lampadina sul bancone, lui dice: "ma sì, prendo anche questa."

7 commenti:

  1. e io me lo farei pagare cash...non ci son santi...

    RispondiElimina
  2. Infatti, ma molti ormai girano senza contanti..

    s

    RispondiElimina
  3. quelle lampadine lì, quelle per leggere di notte sono l'esempio di come un'ottima idea possa naufragare in un mare di merda. Nel senso che quella da mettere sull'orecchio cade dall'orecchio e quando non cade dall'orecchio fa prudere l'orecchio, quella da libro, niente, quella da libro è scomoda e basta.

    RispondiElimina
  4. Esatto! Io non ne comprerei mai una. Ma le buon vecchie abat jour che fine hanno fatto?

    s

    RispondiElimina
  5. Consigliagli la sana, vecchia candela. Se va bene andrà a fuoc assieme al letto.

    RispondiElimina