domenica 10 ottobre 2010

3° DI4RIO - 18/21

Stamattina dopo colazione sono corso in libreria, è andato tutto bene, a un certo punto una ragazzina ha chiesto se avevamo un libro su Justin Bieber, sapevo che prima o poi sarebbe successo, mi sono anche un po' emozionato. All'una ho chiuso, appena arrivato a casa mi sono accorto di avere lasciato il telefono in libreria, mica per altro, ma volevo fare un sonnellino e il telefono mi funge da sveglia. Allora mi sono appisolato sul divano e ho usato la sveglia del Mac collegata a iTunes in modo shuffle, ho pensato, qualunque sarà la canzone che mi sveglia avrà un significato particolare, e invece niente, alle quattro mi ha svegliato una canzone degli Steriogram che non voleva dire niente, almeno credo. Di pomeriggio ha cominciato a piovigginare proprio mentre pedalavo verso la libreria, ma non era pioggia seria, più degli schizzetti, più come se un labrador gigante si stesse scuotendo via l'acqua di dosso, ma all'infinito. In libreria ero di malumore come ogni domenica pomeriggio, che per me è il periodo peggiore in assoluto. Che senso ha, dico io, starsene continuamente chiuso in casa senza vedere nessuno -- e pensando che gli altri siano tutti come i personaggi dei libri e dei film di cui t'imbottisci -- quando poi la domenica pomeriggio sei costretto a parlare con quella gente di una medietà, guarda, di una normalità esasperante. Gente che si esalta per una moleskine, gente che si vede che si è fatta una famiglia solo perché pensava di non avere scelta, gente che mi manda nel panico, credo, soprattutto perché riflette la MIA medietà e la MIA normalità, mannaggia. Poi però sono arrivate le otto e sono rinato, sono andato con mio fratello a cenare dai miei, ho mangiato un sacco di fichi d'India e giocato col cane, il panico del pomeriggio sembrava così lontano, come se non l'avessi mai provato, magari fosse tutto così, ho pensato, che dopo un paio d'ore te lo sei dimenticato per bene.

3 commenti:

  1. uff, sei un Mac User :(

    mi aspettavo più fossi un compagno linuxiano :(

    RispondiElimina
  2. (ah, in "compagno" leggici o meno l'accezione politica, come ti pare!)

    RispondiElimina
  3. Chissà, compagno, magari un domani passo a Linux, ah ah!

    s

    RispondiElimina