lunedì 22 agosto 2011

Periodo nichilista

In libreria entra una ragazza, è carina, porta solo il costume praticamente, ha un seno abbondante che balla e che sembra sorriderti e tu ricambi il sorriso. "Ciao!" dice lei, poi ti chiede di un libro, gli dici che non ce l'hai, e lei passa a chiacchierare del più e del meno, è una turista e chiede che cosa si fa di bello la sera nella tua città, e tu le dici, mentendo, che la sera ci si diverte, nella tua città, e intanto ti imponi di non guardarle il seno, che continua a ballare e a sorriderti. Poi lei ti guarda negli occhi e non dice niente, sai che cosa vuol dire, vuol dire che aspetta solo di essere invitata per passare la sera insieme a lei, ne hai ricevuti di sguardi simili nelle tue estati, e sei lì lì per invitarla, ma aspetti un po', qualche secondo, un paio, forse, e in quei due secondi vedi già tutto, vedi le birre che berrete, e le chiacchiere che farete andando in giro per la tua città, "è bella Lione?" "oh, sì, a me piace", e la farai ridere, e all'ennesimo scherzo lei ti darà un finto cazzotto sul braccio e ti chiamerà "stronzo", ma sorridendo. A quel punto le chiederai se le va di andare in riva al mare, prenderete altre due birre e andrete a berle sullo scoglio, finalmente farete silenzio, osserverete il mare nero come sovrappensiero, ma tu in realtà starai calcolando qual è il momento giusto per baciarla, cosa dire, come fare; tutto già detto, tutto già fatto, tanto che in libreria lasci passare i due secondi senza dire niente, ti limiti a sorriderle come se intanto le stessi chiedendo scusa, e lei se ne va, un po' delusa. Non so se è parte del nichilismo di questo periodo, o perché sono stanco, o sto solo crescendo, una cosa è certa, qualcosa del genere non sarebbe mai successo tre anni fa.

11 commenti:

  1. Magari hai voglia di innamorarti... o sei già innamorato e non lo sai :-)

    RispondiElimina
  2. oppure ti sei (giustamente) stancato di recitare il solito copione, che assomiglia tanto ai rituali con cui gli animali si avvicinano e si annusano prima di legarsi...

    però l'errore è confondere le ragazze con i rituali...

    Elisa

    RispondiElimina
  3. ..l'uomo che sussurava alle tette..

    Santo cielo, le tette sorridono!? non me ne ero mai accorta, le avrò depresse..^_^"

    Elisa il mio cinque è tutto per te, batti quà :))

    Joli

    RispondiElimina
  4. E cosa è successo in questi tre anni?

    RispondiElimina
  5. non è che invece di crescere stai solo invecchiando?
    :-)
    lwv

    RispondiElimina
  6. Mmmmh, no, da vecchio non mi lascerò scappare occasioni del genere..

    s

    RispondiElimina
  7. Può capitare a tutti di perdere un'occasione dai...è che noi ragazze odiamo fare il primo passo =)
    Ti seguivo come apprendista libraio, ora anche qui...niente male questo blog!
    A presto

    RispondiElimina
  8. Forse il tuo problema è che vedi l'uscire con le ragazze solo come un mezzo per arrivare ad un fine ("A quel punto le chiederai se le va di andare in riva al mare, prenderete altre due birre e andrete a berle sullo scoglio, finalmente farete silenzio, osserverete il mare nero come sovrappensiero, ma tu in realtà starai calcolando qual è il momento giusto per baciarla, cosa dire, come fare"); mentre invece il copione cambierebbe di volta in volta se solo ci uscissi per tentare di conoscerle davvero. E poiché ogni persona è diversa dall'altra, stai pur sicuro che sarebbe un copione sempre nuovo.
    Insomma, forse dovresti prendere in considerazione il fatto di uscire con una ragazza mosso solo dalla curiosità di conoscere una persona diversa da te, e non per finire a baciarci in riva al mare ecc.ecc.

    Non è una critica la mia, eh, solo un suggerimento.

    RispondiElimina
  9. Errata corrige:
    baciarLA e non baciarCI come ho erroneamente scritto (lapsus freudiano? Forse se abitassi a Catania passerei a trovarti con la speranza che tu mi invitassi ecc.ecc.) :-DDD

    RispondiElimina
  10. Non ti piaceva, c'est tout. ;)

    RispondiElimina