mercoledì 5 ottobre 2011

I have the money

Sempre a proposito dei Nirvana. Conoscevo una ragazza, tempo fa, un po' più grande di me, che raccontava a tutti della volta che era stata al concerto dei Nirvana e aveva parlato con Cobain. Se incontrava qualcuno per la prima volta, era praticamente certo che nel giro di pochi minuti avrebbe finito per parlarne. La storia era questa. La ragazza era andata a uno dei primissimi concerti italiani dei Nirvana, uno dei concerti ai tempi del primo album, quando ancora non erano famosi. Arriva al locale, e spunta che non c'è più posto. Lei vuole entrare a tutti i costi, ma i buttafuori non glielo permettono. Poi, mentre è lì a scongiurare i gorilla, passa lì davanti Kurt Cobain. Lei lo vede e gli fa: "Kurt! Ehi, Kurt! Aiutami a entrare. I have the money! I have the money!" Cobain si accorge di lei e lentamente si avvicina. Le si piazza davanti e dice: "fuck your money". E la pianta in asso. Non so quante volte ho dovuto sentire questa storia. Probabilmente centinaia. Quella ragazza ne andava così fiera che Cobain avesse mandato affanculo i suoi soldi. Ma probabilmente lo sarei anch'io. D'altronde racconto sempre la storia del batterista dei Jon Spencer Blues Explosion che in un locale, in America, mi ha chiesto se avevo del fumo, quindi ho poco da giudicare.

5 commenti:

  1. Quindi questo post sulla tua amica era tutto una scusa per raccontarci di quando il batterista dei Jon Spencer Blues Explosion... :-)

    RispondiElimina
  2. il quale per altro adesso chiederà di rettificare in virtù delle norme sul diritto di rettifica :D

    RispondiElimina
  3. Ahaahah, esatto, era tutta una scusa per farmi denunciare dal batterista e finire sul boxino morboso di Repubblica! :)

    s

    RispondiElimina
  4. Ahahahah, parli di quella squallida colonnina che compare sulla destra su Repubblica.it? ...lì tanto valeva mettere un paio di link, uno a youporn e uno a novella 2000, tanto il genere è quello :D

    RispondiElimina