lunedì 6 febbraio 2012

La radio pubblica

Ormai ascolto solo la radio, la radio pubblica, non leggo più nemmeno i giornali, nemmeno quelli che mi piacevano tipo Internazionale. Ogni tanto provo a leggere i siti dei quotidiani tipo Repubblica, ma finisco sempre col pensare: "no vabbè, meglio aspettare, questi sono ancora ubriachi di internet e facebook, facciamoli sfogare un altro po', qualche anno, diciamo, poi ci riprovo". (Oggi per esempio ci ho provato, ma niente. Il balletto del calciatore, Demi Moore sta male, Guardate quant'è provocante Gisele, Le modelle coi baffi, Eva Longoria si è baciata con uno, Tyson a Sanremo, Angelina Jolie è troppo magra, Rihanna si è tinta i capelli, L'ennesimo blitz di ragazze in topless, Uno in America si è mangiato trecento e rotte ali di pollo, e via dicendo, ho chiuso la finestra, ho pensato: "dài, aspetto un altro paio d'anni.") Anche la radio pubblica però ogni tanto mi fa venire voglia di spegnerla, sebbene siano più i momenti in cui penso: "ah, meno male che quelli bravi li mandano tutti alla radio." L'altro giorno per esempio in una trasmissione c'era ospite Piergiorgio Odifreddi, quello che l'altro anno, sempre alla radio, aveva detto che un tavolo è rettangolare, e un rettangolo è una forma geometrica, e i conduttori mormoravano cose tipo "è vero, non ci avevo mai fatto caso." E questa volta gli hanno chiesto, a Odifreddi, che cosa pensasse della testa, e lui ha detto che la testa è un organo (sic) fondamentale del corpo umano perché c'è il cervello dentro ("verissimo" mormoravano intanto i conduttori), ma stiamo attenti, ha continuato Odifreddi, anche il cuore è un organo fondamentale del corpo umano, perché altrimenti il sangue non circolerebbe ("wow" mi sembra abbia detto uno dei conduttori). E poi gli hanno chiesto se gli uomini, secondo Odifreddi, non siano troppo schiavi della logica. Odifreddi ha preso fiato, e ha risposto che è vero, è faticoso essere troppo logici, un po' come andare in salita in bicicletta. Uno quando pedala in salita fa fatica, ha detto Odifreddi, perché nel frattempo siamo attirati verso il basso dalla forza di gravità, e infatti in discesa di solito facciamo meno fatica." "Però!" ha detto il conduttore ammirato.

8 commenti:

  1. a dire il vero, io avevo fatto notare come nel linguaggio comune si abusi del linguaggio, in questo caso geometrico, dicendo "fare una tavola rotonda", anche quando il tavolo è rettangolare.

    e ora ho detto che "il cuore è un muscolo per pompare il sangue", non come scoperta dell'acqua calda, ma per fare una battura in una trasmissione "psicanalitica", in cui si continua invece a parlare del cuore come della sede delle emozioni, alla maniera degli antichi.

    certo che se è uno non capisce le battute, forse è effettivamente meglio che non legga giornali o siti, perché c'è il rischio che "si roda il fegato" continuamente. e non aggiungo commenti sull'espressione, per evitare di confonderla ulteriormente...

    cordialmente

    pgo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non capire le battute è sempre stato uno dei miei peggiori difetti (e lo dico senza ironia).

      s

      Elimina
  2. Accidenti, e meno male non ha parlato del Santo Graal.

    RispondiElimina
  3. Per l'informazione leggo spesso ilpost.it e linkiesta.it (non per fare pubblicità ma mi sembrano due esempi di ottimo giornalismo su internet).

    P.s.
    La radio pubblica per la questione dell'audiradio che non funziona è scesa considerevolmente. Basti pensare alla quantità di programmi di qualità di Radio2 che son stati soppressi :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però ce n'è ancora qualcuno bello. Moby dick, Babylon, RaiTunes, Caterpillar, Decanter..

      s

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. ma ci hanno tolto Condor!
    fra

    RispondiElimina