lunedì 26 marzo 2012

Indaco

Mi ha detto una signora in libreria che i bambini indaco esistono eccome. Non solo sono più intelligenti e creativi della media, ma se li metti contro una parete chiara si vede davvero un'aurea indaco attorno alla loro sagoma. Almeno, a suo figlio gli si vede.

8 commenti:

  1. Già ti vedo nel sequel de "L'esorcista". Tutto girato in libreria, con un bambino indaco che illumina l'ambiente. Fluorescenza. Libri violetti. E tu che a contatto con la creatura diventi un libraio fosforescente. Poi tutti decidono di usarti coma abat-jour vivente. Là ti incavoli e usi i tuoi superpoteri per distruggere il mondo. Panico diffuso. A quel punto arrivo io e dico: "Calmi tutti, è un abat-jour, si può spegnere".
    Ti riporto a casa, dove subisci un discorsetto su come trattare il diverso da te.
    A questo punto tu riconverti i tuoi poteri verso il bene e diventi la nuova fonte di energia alternativa per la Regione Sicilia. Io mi spaccio per il tuo inventore, smetto di professare, e così vissero tutti felici e contenti.

    Z.

    RispondiElimina
  2. Mah, sarà. A me vien da pensare: speriamo che sia un bambino felice e che sua mamma lo lasci crescere senza dirgli che è più intelligente e creativo degli altri bambini, di quelli che non hanno il contorno indaco. Che poi a me, a leggere “un’aurea indaco”, torna in mente una pubblicità tremenda di qualche anno fa, quella dove le persone avevan l’aurea violetta.
    Toglimi una curiosità che libro ha preso? Niente sull’alimentazione spero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ricordo, ma niente a che fare con i bambini indaco, comunque.

      s

      Elimina
  3. ...il telefono del pusher della signora ?

    RispondiElimina
  4. Tanta gente è davvero convinta di questa cosa dei bambini indaco. Che poi, se vai a leggere quali dovrebbero esserne le caratteristiche, sono così tante ed indefinite che per per forza di cose un bambino ne possederà almeno una; tralasciando inotre il fatto che per ogni mammma il proprio bambino è sempre intelligente, sensibile, creativo ecc., tipo che se si mette a colorare le pareti di casa con i pennarelli: "oh, mio figlio è così creativo". :-D

    RispondiElimina
  5. P.S.:
    Stefano, l'aura comunque, non aurea ;-)

    A Roma c'è una tizia che ha un negozio di cristalli, roba così insomma ed ha un apparecchio che ti farebbe vedere l'aura. A pagamento, ovviamente. :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ma scusa, ho capito solo adesso rileggendoti che probabilmente "aurea" l'ha detto la signora e non tu.
      ;-)

      Elimina