sabato 5 maggio 2012

17

Eri davanti a me
in fila
alla cassa del supermercato.
Quando è venuto il tuo turno,
hai posato sul nastro trasportatore
diciassette lattine
di Coca Cola Light,
e un flacone di Amuchina.
Una ruga ti solcava la fronte.
Un'altra più piccola, verticale,
separava le tue sopracciglia.
"Scusate" hai detto
alla ragazza alla cassa
e a me,
"ho dimenticato una cosa."
Pazienti ti abbiamo aspettato.
Non tanto.
Mezzo minuto dopo sei tornato,
e hai poggiato sul nastro una bottiglia
da due litri
di Coca Cola Light.
"Ecco fatto" mi hai detto,
felice.
Sul tuo viso non c'era
più traccia
di rughe.

15 commenti:

  1. il racconto è bello, ma perchè andare a capo a metà pagina?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come si suol dire, "fa figo e non impegna" :)

      Elimina
    2. Così posso spacciarla per una poesia..

      s

      Elimina
  2. Bellissima!
    Ricorda molto gli scritti di Raymondo Carver.

    Mi piaci in questa veste di poeta. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S.:

      Raymond, ovviamente (va bene che siamo italiani, ma farlo diventare Raymondo, mi pare un po' troppo). :-D

      Elimina
    2. Ahahaha, io avevo letto addirittura RaymUndo, come un personaggio di una telenovela brasiliana.. :)

      s

      Elimina
  3. RaymUndo ...Hahahah.. Come MorryCowne, In Canada, insomma ...

    L

    RispondiElimina
  4. eheheheheh la speranza è che con i sacchetti ecologici debba raccogliere tutto ottantaseicentimetri fuori dal supermercato

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo messo un link non funzionante e mi sono (s)scancellata, sorry":-)

      Stefano, guarda qui: ricorda niente?:-)))
      http://www.francescaferrari.net/wp-content/uploads/guardo.jpg

      Elimina
  6. fuori tema (spero di non essere bacchettata, come usava a scuola...!): ti ho chiesto una cosa a proposito del tuo libro, qui: http://apprendistalibraio.blogspot.it/p/lapprendista-libraio-il-romanzo.html e aspetto una risposta... anche perché alla dedica ci terrei, ma visto che stai esaurendo le cartoline mi sa che devo affrettarmi... per quanto anche questo sia un assillo inutile, dato il funzionamento delle PPTT da queste parti. Scusa eh... :) grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, scusa, non avevo visto quell'altro commento. Le cartoline purtroppo sono andate tutte esaurite.. E il libro esiste solo in versione elettronica (ma comunque leggibile anche su PC). Se lo compri e mi dài il tuo indirizzo, comunque, m'inventerò qualcosa per mandarti una dedica.. :)

      s

      Elimina
  7. streghina che mi combini?
    no stefano, io non sono lei, e a dirla tutta spesso non sono neppure io.
    non volo e non viaggio.
    soprattutto non mando cartoline disegnate.
    potrei mandare un quadro, ma il francobollo costerebbe parecchio, e metterei in difficoltà il postino.
    quindi, stefano, continua la ricerca della misteriosa cartolinatrice, e se la trovi dille da parte mia che disegna davvero bene.
    f

    RispondiElimina
  8. A me ricorda terribilmente lo stile (seppur molto diffuso nelle illustrazioni per bambini) di questa talentuosa artista catanese, dai un'occhiata ;) http://5pescirossi.blogspot.it/

    RispondiElimina