venerdì 2 novembre 2012

Una cosa divertente che non farò mai più

E allora è successo che una ragazza mi ha coinvolto in una staffetta per "decidere quali sono gli undici titoli di narrativa più significativi del secolo", che sul momento ho pensato no, non mi va, poi però era un po' che non scrivevo niente qui e allora ho accettato, poi dopo qualche giorno sono andato a rivedere di cosa trattava, ho riletto "decidere quali sono gli undici titoli di narrativa più significativi del secolo", mi sono morso le mani e ho provato a tirarmi indietro, ma la ragazza mi ha scritto che non dovrei prendermi troppo sul serio, e allora adesso partecipo, tolgo uno dei titoli della lista e ne aggiungo uno mio, eccolo:



Io non lo so se Questo giorno perfetto, di Ira Levin, Garzanti, 1970, sia uno dei libri più significativi del secolo, probabilmente no, non so nemmeno che cosa voglia dire "significativo" quando si parla di un libro, però ricordo che quando mio padre me lo ha portato a casa da una bancarella dove l'aveva comprato a un euro, ho pensato: "meh, lo metto da parte, e in caso d'emergenza lo leggo". Poi quando una sera si è presentata l'emergenza - che per uno che vive da solo ed esce di casa il minimo indispensabile significa restare a corto di libri da leggere - ho cominciato a sfogliarlo a letto, e da quel momento non sono riuscito a chiuderlo. Il libro parla di un futuro in cui un computer centrale (oggi diremmo server) controlla tutto il pianeta e i suoi abitanti, fino a quando uno di loro non si ribella al sistema.

Io di mio tolgo dalla lista Tolkien, visto che devo. Più che altro perché ricordo che all'università i ragazzi più fascistoidi, i mussoliniani, ne facevano una malattia, quindi mi dispiace J.R.R., ma uno deve anche sapersi scegliere i lettori.

Comunque le regole per partecipare sono queste:

Il blogger che riceve il testimone dovrà:
- prepararsi possibilmente per il venerdì successivo, giorno in cui vorremmo si svolgesse il gioco;
- eliminare un singolo titolo dall’elenco e sostituirlo con un altro, motivando le sue scelte (il nuovo libro deve essere in suo possesso, essere stato letto integralmente ed essere stato scritto dopo il 1912);
- pubblicare una nuova foto nel suo elenco e sulla board Pinterest, a cui nel frattempo sarà stato aggiunto come ‘pinner’ (per chi non avesse un account Pinterest, provvederemo noi);
- individuare un altro blogger a cui passare il testimone;
- copiare e incollare queste regole in testa al nuovo elenco.

Ecco il nuovo elenco:
1. Ingeborg Bachmann, Malina
2. Ira Levin, Questo giorno perfetto (This perfect day)
3. Ágota Kristóf, Trilogia della città di K. (Trilogie)
4. Elfriede Jelinek, La pianista (Die Klavierspielerin)
5. Murakami Haruki, La fine del mondo e il paese delle meraviglie (世界の終りとハードボイルド・ワンダーランド, Sekai no owari to hādoboirudo wandārando)
6. Christa Wolf, Medea. Voci (Medea: Stimmen)
7. Louis-Ferdinand Céline, Viaggio al termine della notte (Voyage au bout de la nuit)
8. Virginia Woolf, Orlando (Orlando: A Biography)
9. Jeffrey Eugenides, Middlesex
10. Sandro Campani, Il paese del Magnano
11. Primo Levi, La chiave a stella

Adesso tocca alla Leggivendola.

3 commenti:

  1. C'é lo zampino di Wallace nel titolo del tuo post?

    Gio

    RispondiElimina
  2. E da che libro!!! Me lo aspettavo nella classifica, dopo il titolo. Ciao!
    Gian

    RispondiElimina