mercoledì 6 febbraio 2013

Mi faccio i quaderni da solo



Ho deciso che da ora in poi mi farò i quaderni da solo. Quelli che vendono, soprattutto le Moleskine, non vanno bene per prendere appunti al volo. Costano troppo. Col risultato che uno prima di scrivere o disegnare qualcosa ci pensa venti volte, seleziona i pensieri, e finisce che non ci scrive né disegna niente. I quaderni per la scuola costano poco, è vero, ma non si possono portare in giro, sono troppo grandi. E non sono a pagine bianche. Così ho pensato di farmi un quaderno da solo. Costo: meno di dieci centesimi. Tempo per farlo: cinque minuti scarsi. Occorrente: una decina di fogli A4 tagliati a metà, un pezzo di cartoncino recuperato dove capita per la copertina (io ho usato il mese di febbraio di un vecchio calendario), ago e filo, prestati dalla propria madre, per la rilegatura.

10 commenti:

  1. Bravo! Il bricolage è (quasi) sempre prodromo di più nobili imprese. Bello anche il lettering.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, personalizzare la copertina è un altro dei vantaggi del quaderno autoprodotto..

      Elimina
  2. Risposte
    1. Scusa l'ignoranza: cos'è IG?

      Elimina
    2. stefamato.. Ma ho condiviso pochissime foto perché l'attrezzo che uso per fare le foto è quasi sempre offline.

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. mi trovi d'accordissimo su tutto: i prezzi delle moleskine annientano l'estro creativo (anche se, sono così fottutamente carine!)... i quaderni scolastici (i monocromo pigna, sono il lusso che mi concedo) fino ad oggi sono stati i miei "confidenti". FINO AD OGGI. mi hai aperto un nuovo mondo.

    v

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, le Moleskine sono carine.. E "carino" è male. "Carino" è il nemico, quando si tratta di scarabocchiare qualcosa senza pensarci :)

      Elimina