venerdì 19 aprile 2013

Anything

E poi un giorno aiuti una ragazza straniera a fare il biglietto del treno su una macchinetta di Trenitalia, e ok, il touch fa un po' schifo ed è sfasato a destra, ma dopo avere selezionato la lingua inglese andate comunque avanti spediti fino al momento di pagare, e la ragazza decide di farlo con la carta di credito, e la solita fortissima voce femminile le urla in inglese di inserire la carta nell'apposita fenditura (la ragazza straniera scherza sul fatto che quello è un ottimo modo per attirare l'attenzione dei borseggiatori sui turisti), solo che a quanto pare non c'è linea, la macchinetta rifiuta il pagamento e la voce urla di estrarre la carta, e poi come per tranquillizzare l'utente aggiunge: "anything has been charged".

Cioè: "anything has been charged."

Non "nothing".

Anything.

E la ragazza la prende di nuovo a ridere, dice che le sembra giusto che le macchinette italiane parlino inglese come gli italiani, e anche tu ridi, sebbene intanto, prendendoti troppo sul serio, ti chieda se, e che cazzo, è mai possibile che non ci fosse un poverocristo non raccomandato che per pochi euro ti traduceva tutto per bene? E la ragazza della voce? Non se ne poteva trovare una che puntasse i piedi e si rifiutasse di soffiare in un microfono "anything has been charged"? (Perché lei lo sapeva che non si dice così, ne sei sicuro.) Centinaia di macchinette in tutta Italia come monumenti al pressappochismo, al "volemose bene" e al "pensa alla salute". Ma intanto tu ridi, e ridi, e ridi, che tanto cos'altro c'è da fare? Pensa alla salute.

3 commenti:

  1. scappare il prima possibile da questo paese

    RispondiElimina
  2. alla dodicesima parola del post ero sicuro che finiva che te ti innamoravi. O che comunque poi c'era del sesso, anche senza amore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahhah, no, ci si è fermati a un gelato..

      Elimina