sabato 27 luglio 2013

Un altro che dice la sua su Pacific Rim

Ho visto Pacific Rim al cinema, in 3D, sborsando una cifra non indifferente. Perché? Il motivo ufficiale è che mi ero offerto di portarci il nipotino e un suo amichetto. Ho messo su la faccia da "che cosa non si fa per un nipote" e sono andato al multisala. La verità ovviamente è che fra i tre il più entusiasta ero io perché, siamo sinceri, da quando è uscito Transformers, ormai una decina d'anni fa, quelli della mia generazione hanno in testa un unico pensiero: ok, adesso che la tecnologia lo permette, perché cavolo non portate al cinema anche i robottoni giapponesi che ad ogni puntata radevano al suolo mezza Tokio? Lasciando stare Jeeg Robot D'Acciaio e il suo prendersi gioco delle più fondamentali leggi della fisica (postulato fondamentale di Lavoisier, qualcuno?), che cosa aspettate a darci i nostri Goldrake e Mazinga veri? (Ma magari in Giappone sono usciti, e semplicemente io non ne so niente.) Comunque, tutto questo per dire che quando nel trailer ho visto dei mega robot correre e saltare comandati da alcuni tizi nascosti nelle loro teste, non ho resistito e ho convinto mio nipote a pregarmi di portarlo al cinema. Non è stato difficile, ma è un'arte anche quella.

3 commenti: