sabato 5 ottobre 2013

E intanto continuano ad arrivare cartoline anonime

Entrambe, sia questa:



che questa:



affrancate negli Stati Uniti.

Ci ho messo un po', ma alla fine ho capito che anche loro una volta incastrate avrebbero formato un disegno unico.



Ancora ignoto/a il mittente.

5 commenti:

  1. Ma da quanto tempo va avanti questa storia?

    RispondiElimina
  2. Ciao Stefano, sono arrivata nel tuo blog seguendo un link (manca Mork e siamo a posto) e l'ho sfogliato con gusto. Mi fa piacere vedere che dagli Stati Uniti riescono a contattarti mentre io da Bologna non riesco nè ad iscrivermi al Post (Atom) perchè dà una pagina di testo criptico (adoro i racconti da varie cripte ma c'è un limite a tutto) allora ho cliccato sul link @scrivimi che però non funziona, è come morto (e qui il ritorno alla cripta di cui sopra). Tutto sto girovagare solo perchè volevo condividere il ricordo della vecchia R4 di mio padre (anni '70): aveva tolto i 2 sportelli e messo una catena al loro posto e inoltre, andando in giro col cane per prati e boschi, il medesimo risaliva in auto con le zampe "interrate" (ogni riferimento a cripte varie è puramente casuale) e dopo un po'... indovina... crescevano erba e funghi ! Da vero country style ! Ok ora smetto e ti saluto caramente !
    Cristiana

    RispondiElimina
  3. Nè a contattarti in altro modo se non lasciando un commento. Ovviamente in 2 parti, visto che USA così... (Suggerimento: ritaglia i 2 commenti e uniscili)
    Ciao !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristiana, mi dispiace che non sei riuscita a contattarmi. Se vuoi la mia email è stef.amato e poi gmail.com.

      (Bellissima la storia dell'erba e dei funghi che crescevano nella R4!)

      Elimina