giovedì 25 settembre 2014

Vertigini

Nel frattempo ho ricominciato a correre. È ancora presto per dirlo, ma forse quella cosa strana che mi veniva fino a prima dell'estate dopo dieci minuti di corsa, quell'improvviso senso di nausea e vertigini e l'impressione di essere inghiottito dal nulla che gli americani chiamano "running induced motion sickness", non vorrei cantare vittoria troppo presto, ma forse mi è passato. E ogni tanto mentre corro, con gli auricolari nelle orecchie e l'ipod in mano, e ascolto il podcast di una trasmissione radio che parla di scienziati, scrittori, personaggi storici -- WikiRadio si chiama -- mi viene in mente che appartengo alla generazione che ha corso con tutto il possibile immaginabile, con le radioline FM portatili, con il walkman, con il lettore CD portatile, e ora con l'iPod, e anche se a volte penso che forse in un futuro non troppo remoto l'invenzione di internet verrà vista come l'inizio della fine, io sono tutto contento di correre con Tommaso Pincio che intanto mi spiega Aldous Huxley che sul letto di morte si fa iniettare l'LSD dalla moglie. Poi niente, volevo dire solo questo, credo.

8 commenti:

  1. Che modo per niente facile di commentare :) Beh, dall'apprendista libraio mi son chiesto se avevi altri blog, ho sbirciato e sono capitato qui. E giusto oggi l'hai scritto. Che cul!

    RispondiElimina
  2. Prova a correre con meno distrazioni possibili (e quindi anche senza orologio). Se c'è una cosa piacevole nel correre è che fai solo quello e neanche ti devi concentrare troppo a farlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero... Però mi piace l'idea di sfruttare quei tre quarti d'ora per imparare qualcosa.

      Elimina
    2. c'è davvero una cosa piacevole nel correre???
      tre quarti d'ora???

      voi siete pazzi!

      Elimina
    3. Magari non è piacevolissimo, ma è l'unico antidoto al nostro stare troppo, troppo seduti.

      Elimina
  3. -- la generazione che ha corso con tutto il possibile immaginabile -- Anche con uno dietro che ti voleva riempire di legnate? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure, ma quello credo succeda a tutte le generazioni, dalla notte dei tempi.. Chi non è mai fuggito da qualcuno?

      Elimina