lunedì 10 novembre 2014

Most wanted

Ieri sera ho visto un film intitolato A most wanted man, era un film americano tratto da un libro di le Carré e ambientato ad Amburgo, e in questo film tutti gli attori, sia quelli americani che quelli tedeschi, parlano per tutto il tempo in inglese con accento tedesco (l'ho visto in lingua originale). Non era il primo film del genere che vedevo, un po' di tempo fa ho visto quello tratto dal primo romanzo di Stieg Larsson diretto da David Fincher, e anche lì tutti gli attori -- quelli americani, quelli inglesi, quelli svedesi -- parlavano inglese con accento svedese. E questa cosa dell'inglese parlato con l'accento tedesco ieri l'ho trovata mediamente interessante anche se un po' buffa, solo che poi ci ho riflettuto, ho pensato come andrebbe se una cosa del genere la facessero gli italiani, se per esempio Veronesi girasse un film a Londra con gli italiani che parlano in italiano ma con accento inglese; o se gli americani decidessero di girare un film come A most wanted man in Italia, con gli attori americani che parlano inglese con accento italiano. Ma magari lo hanno già fatto in passato, e se non l'hanno fatto è solo perché qualunque film, anche il più drammatico, verrebbe fuori involontariamente comico, credo.

4 commenti:

  1. Io l'ho trovata straniante questa cosa degli accenti, anche perché su alcuni praticamente non si nota, mentre su altri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto. Poi non si capisce perché i personaggi tedeschi debbano parlare in inglese fra di loro..

      Elimina
    2. Perché la mamma e il figlio turchi?

      Elimina