venerdì 12 dicembre 2014

5° DI4RIO - 31/36

Oggi appena sveglio sono rimasto delusissimo di me stesso, perché pensavo che sarei stato meglio, e invece mi sentivo uguale a ieri, dolore alla testa, naso intasato, male alle ossa, occhi gonfi, tutto il repertorio, poi però con calma ho reagito, e muovendomi molti di quei sintomi sono passati. Mentre facevo colazione ho letto l’etichetta dell’acqua minerale, ho scoperto che quelle che io chiamo “casse” d’acqua in realtà si chiamano “fardelli da sei bottiglie”, ogni giorno s’impara qualcosa, ho pensato fra un colpo di tosse e una soffiata di naso. Poi visto che fuori c’era bel tempo ho deciso che uscire, fare due passi e prendere un po’ d’aria e di sole mi avrebbe fatto solo bene, e allora mi sono vestito e sono andato a fare due passi, in effetti camminare col sole in faccia è stato piacevole. E camminando ho incontrato due sposini che stavano aspettando qualcuno, lei aveva un abito da sposa minimalista con le spalle scoperte e la scollatura ampia, e mentre si faceva vento con un cartoncino si è girata verso lo sposo e ha detto “Mariiia, t’immagini sposarsi a luglio?” Dopo a casa ho cucinato tortellini in brodo, dopodiché sono tornato a letto perché continuavo a non sentirmi bene, e lì ho letto un sacco, ho quasi finito Il bar delle grandi speranze di Moehringer, che piacere mi è piaciuto, ma di più la prima metà, devo dire. Dopo a un certo punto sono uscito di nuovo, sono andato a casa di amici che mi hanno prestato il loro PC e la loro linea internet per fare una videochiamata con alcuni ragazzi simpatici di Firenze, e poi visto che c’ero mi sono fermato a cena, ho cucinato io. E mentre cucinavo mi è arrivata una telefonata, ho fatto quattro chiacchiere al telefono con una ragazza, mi ha fatto piacere sentirla, mi è dispiaciuto solo che dopo un po’ ho dovuto chiudere perché avevo le cose sul fuoco, e infatti appena sono tornato davanti ai fornelli ha suonato il timer, Che tempismo!, ho pensato e forse ho anche detto ad alta voce. Mentre mangiavamo, con questi amici miei abbiamo visto un po’ di televisione, c’era un programma sull’omicidio del bambino di cui parlano tutti in questi giorni, si vede che non c’era niente di meglio, comunque appena ho finito di mangiare ho preso un’aspirina gentilmente offerta dalla casa e sono andato via, sono tornato a casa mia. Adesso torno sotto le coperte a sudare e a bere liquidi, domani mattina starò benissimo, lo so, e questa volta per davvero.

5 commenti:

  1. Cucini con il timer?!
    E che cosa hai cucinato?

    RispondiElimina
  2. Solo cinque giorni di diario ancora!? :-(
    G

    RispondiElimina
  3. Visto che è partito Agon Channel? Sembra molto interessante! http://www.tvzoom.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14160:video-antonio-caprarica-ad-agon-channel-faro-un-tg-rapido-senza-cronaca-nera-e-globale&catid=14:talent&Itemid=18

    RispondiElimina