martedì 27 gennaio 2015

Il signor Hitler

Ho dimenticato di dirvi che Madame Rosa teneva sotto il letto un grande ritratto del signor Hitler e quando si sentiva infelice e non sapeva più a che santo votarsi, tirava fuori il suo ritratto, lo guardava e si sentiva subito meglio, era pur sempre una grossa preoccupazione di meno.



[Romain Gary, La vita davanti a sé, traduzione di Giovanni Bogliolo, Vicenza, Neri Pozza 2005, p. 40]

3 commenti:

  1. Oggi pensavo a qualcosa di simile.
    Certi ricordi hanno una natura quantistica: mentre rivivi nella mente una cosa dolorosa, provi contemporaneamente sollievo perché è passata.

    L.

    RispondiElimina
  2. Aen. I, 203

    Inf. I, 22-24.

    Leopardi, 'Canti', "La quiete dopo la tempesta".

    RispondiElimina