sabato 23 maggio 2015

Due giorni

Sono stato due giorni fuori città per presentare il libro a Palermo e a Catania, due giorni e mi sembra di essere stato via una settimana, e questo la dice lunga su quanto mi piaccia starmene a casa. E ricordo che la mattina in cui mi sono svegliato a Palermo, a svegliarmi è stata la voce di una maestra, credo, che giù in strada ha detto ai suoi alunni "non mi sembrate dei bambini, mi sembrate delle pecore." E il giorno dopo a Catania, ero in una libreria, vicino a me c'erano due ragazze, una di loro ha scelto un libro di economica, e quando l'amica le ha chiesto perché volesse comprare proprio quel libro, l'altra ha detto "perché finalmente voglio capirci qualcosa di spread, sprod, cazzi e mazzi".

1 commento: