mercoledì 3 giugno 2015

Sempre da un Frecciarossa

Sono di nuovo su un Frecciarossa, il treno ad alta velocità, e in realtà non avrei molto da dire, mi sembra solo un peccato non usare il wifi, visto che c'è. Un po' come nell'albergo dove ho dormito le ultime due notti -- un albergo fuori Ivrea, un po' isolato; tutti quelli di Ivrea a cui dicevo dove stavo subito dopo dicevano: "oh, l'albergo di Shining, ah ah" -- un po' come in quell'albergo c'era una doccia così bella e funzionante e pulita, che mi sembrava brutto non usarla, e infatti in due giorni avrò fatto cinque docce, ho ancora i polpastrelli delle dita delle mani rugosi come tanti gusci di noce.

2 commenti:

  1. In vacanza a Roma, in una casa con una vasca bellissima, facevo tutti i giorni il bagno anche se c'era pure una pratica doccia.

    L.

    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel caso non si fosse capito, sono L.

      L.

      Elimina