sabato 25 luglio 2015

I pervicaci

Fra costoro vi sono i pervicaci, per i quali, ben oltre la giovinezza, l'intera esistenza diventa un'eterna avventura, in virtù di tale attesa, e la singola giornata si scompone in cento piccole esperienze sessuali -- uno sguardo en passant, un sorriso rapido e fugace, un ginocchio sfiorato col ginocchio -- e l'anno a sua volta si scompone in cento simili giornate, e l'esperienza sensuale è fonte di vita, che scorre e nutre e stimola senza posa.



[Stefan Zweig, Bruciante segreto, traduzione di Emilio Picco, Milano, Adelphi 2007, p.12]

Nessun commento:

Posta un commento