martedì 15 settembre 2015

Togliatti

Diceva Enrico Fermi, "Dove sono tutti quanti?", riferendosi agli alieni. Io invece spesso penso, "Che fine hanno fatto tutti quanti alla fine della guerra?", perché è un'ossessione che ho io, di sapere nel 1945 che fine abbiano fatto i fascisti in Italia, non quelli che avevano la tessera, la tessera ce l'avevano quasi tutti, ma i fascisti fascisti, quelli che ci credevano, i violenti, gli squadristi eccetera. E ho scoperto che non hanno fatto nessuna fine, anzi, hanno fatto una bella fine, non gli è successo niente, perché a quanto pare Togliatti, allora Ministro di Grazia e Giustizia, ha proposto un'amnistia nel 1946, appena un anno dopo la fine della guerra, e in pratica la maggior parte di quei pochi che erano finiti in carcere sono usciti. Il resto ci ha pensato Andreotti, allora Sottosegretario, a farli uscire un paio di anni dopo con un decreto. L'ho scoperto ascoltando un podcast di Wikiradio, e poi l'ho letto qui, e in generale ci sono rimasto un po' male, devo dire.

2 commenti:

  1. L'idea di un'amnistia pacificatrice era buona ma soprattutto era speranzosa, ma come molte idee buone e funzionanti altrove, in Italia non lo è stata tanto…

    RispondiElimina