giovedì 12 novembre 2015

Veterani

Ieri negli Stati Uniti era il giorno dei veterani, hanno detto prima alla radio, e io mi sono ricordato che nel 2004, il giorno dei veterani l'ho trascorso in un paesino sperduto del Wisconsin che per l'occasione organizzò un sacco di iniziative, ricordo che la biblioteca pubblica dove andavo ogni giorno a leggere, per esempio, restò chiusa. E ricordo anche che la sera sono andato in giro a bere birra, la birra in Wisconsin costava pochissimo, una bottiglia di Miller Light in un bar costava solo un dollaro, e andando in giro a bere birra ho visto almeno tre uomini in divisa su una sedia a rotelle, anche loro bevevano molta birra, portavano i capelli lunghi, la barba lunga, uno di loro aveva perfino gli occhiali tondi alla John Lennon. E alla quarta o quinta birra, ero in un bar, e accanto a me c'era uno di questi veterani sulla sedia a rotelle, abbiamo cominciato a chiacchierare e a un certo punto gli ho chiesto se avesse visto un film intitolato "Nato il quattro luglio". Una banalità, una caduta di stile, una scemenza che probabilmente non avrei detto se fossi stato sobrio, e ricordo la faccia che fece quel veterano, all'improvviso aveva perso interesse per l'italiano magrolino che beveva Miller Light, e quel giorno mi sono imposto una regola, "più bevi, meno devi parlare", una regola che ancora oggi cerco di seguire, probabile che se beviamo insieme io non apra bocca.

Nessun commento:

Posta un commento