giovedì 14 gennaio 2016

Lover

E poi oggi sono finito chissà come su un articolo
che cominciava così:
"Ci sono veramente tanti libri che, seppur famosissimi
ed entrati a buon diritto nel novero dei grandi capolavori
della letteratura mondiale, non sono ancora stati letti
da molti booklover."
E lì mi sono fermato perché ho pensato,
Che cosa sarà mai un booklover? Un amante dei libri?
Ma se era un amante dei libri scrivevano
"amante dei libri", ho pensato, quindi deve essere
per forza un'altra cosa, ma ancora non ho capito
quale.
E poi, sempre chissà come, sono finito a leggere
le recensioni di un libro di Dickens che voglio
leggere, e che s'intitola "A tale of two cities", e una
delle recensioni che ho letto finiva così:
"If you enjoy the little things, like being sane
and not hating life, then I recommend
you never pick this book".
Che, stranamente, mi ha fatto venire voglia di leggerlo,
invece.

6 commenti:

  1. Leggilo, leggilo. E' bellissimo!

    RispondiElimina
  2. Vale la pena citare autore e sede di quel primo articolo, quello dei "booklover" (immagino siano quelli che leggono indossando un pullover).

    Quanto alla recensione di Dickens, l'ho ricuperata e devo dire che l'Autore me ne sembra uno stupido: è uno che cita fra i "grandi classici" che non ha finito L'eleganza del riccio insieme con Faulkner e Nabokov.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche a me sembrava un minestrone di roba..

      Elimina
  3. Ha fatto venire voglia di leggerlo anche a me.

    RispondiElimina