martedì 5 gennaio 2016

Un altro ciclo

Vorrei essere il tipo di persona che i primi giorni dell'anno, se nel
posto dove va a correre all'improvviso si materializzano più corridori
del solito – se per esempio da due si passa a quindici solo perché il
calendario gregoriano dice che è cominciato un altro ciclo che però
dal punto di vista astronomico non ha il minimo significato -- ecco,
vorrei essere il tipo di persona che in casi del genere non scuote la
testa né sbuffa né pensa quanto sia strano il mondo in cui viviamo. E
invece.

5 commenti:

  1. Insomma, correre non ti dà più la nausea. E'un buon segno, no?

    RispondiElimina
  2. Io sbuffo e penso quanto sia strano quando vedo anche una sola persona correre; sono quel tipo di persona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo l'alternativa -- stare seduto tutto il giorno -- non fa bene.

      Elimina
  3. L'alternativa allo stare seduto è camminare! :-) Correre è un po' uno strafare, ma intendiamoci: non ho nulla contro chi corre, mi piaceva darti un po’ la baia.

    RispondiElimina