lunedì 31 ottobre 2016

Sampdoria

E ieri pomeriggio è stato stranissimo,
ascoltavo la radio, radio uno, c'era la diretta fiume
per seguire gli sviluppi dalle zone del terremoto.
E il conduttore parlava piano, serio, un po' triste,
come si conviene, forse, a chi sta intervistando
per telefono persone spesso in lacrime perché
avevano perso la casa, tutto quanto. Poi, ogni
tanto, anzi spesso, succedeva che il conduttore diceva
cose tipo "un attimo, abbiamo un aggiornamento da
Genova", e allora interveniva il telecronista
di una partita di calcio, che informava tutti che
una squadra aveva appena segnato, in sottofondo
si sentivano i tifosi esultare. "Quindi
Sampdoria-Inter, uno a uno, a te la linea" diceva
il telecronista, e poi ricominciavano le interviste tristi,
una cosa stranissima, non riuscivo a staccarmi dalla
radio, per quanto era strana questa cosa.

Nessun commento:

Posta un commento