lunedì 7 gennaio 2019

Anfratti

E la mattina vado a correre in un posto stupendo, corro sul ciglio di un burrone, e sotto c'è il mare limpido che si vede il fondo, e ogni tanto incrocio altri che corrono, oppure gente che porta il cane in giro, e a volte abbandono il percorso tracciato sull'erba da anni e anni di camminate e corse altrui per avventurarmi nei punti più nascosti della scogliera. E ieri, avventurandomi in uno di questi anfratti, ho trovato una scarpa. Una scarpa col tacco, piccola, sarà stata un trentacinque o trentasei, adagiata su un fianco, e all'improvviso mi è passato il buonumore che provo quando corro su quel litorale. Certi giorni basta poco per toglierti il buonumore, basta una scarpa adagiata su un fianco, su un anfratto di una scogliera.

Nessun commento:

Posta un commento